CIA pilota confessa: “Siamo in possesso di veicoli spaziali di tecnologie Aliene e c’è colonie umane sulla Luna e su Marte”

In un’intervista con il famoso mystery show “Coast to Coast“, John Lear, un pilota in pensione della CIA, ha rivelato cose straordinarie come essere andato sulla luna dal 1962, missioni segrete su Marte dal 1966 e la NASA usato la tecnologia di una nave aliena che si schiantò sulla Terra nel 1953 (EBE-3).
Veicoli spaziali luna e Marte
John Lear era il capitano della US Air Force, un pilota della CIA in pensione; Figlio dell’inventore di Lear Jet (un tipo di motore). Ha volato più di 150 aerei di prova. 18 record mondiali di velocità; Ha lavorato per 28 compagnie aeree diverse e anche la maggior parte dei premi rilasciati dalla Federal Aviation Administration, come la classificazione aeronautica, istruttore di volo, istruttore di terra, navigatore di volo, ingegnere, potenza meccanica delle celle, paracadute e gli operatori delle torri Durante gli anni ’80 e ’90, iniziò a parlare rivelando informazioni riservate. Questi sono alcuni dei dati che contribuiscono a un’intervista lanciata sul programma radiofonico Coast to Coast Am:
“Nel 1953, una navicella spaziale ET crollò e fu catturata insieme ad un ET (chiamato EBE 3 – Joe Road, confermato anche da Dan Burisch) che aiuta l’aeronautica governativa statunitense a costruire alcuni veicoli spaziali con tecnologia extraterrestre. veicoli che non potevano andare più veloci della velocità della luce, come i veicoli ET, ma abbastanza veloci da raggiungere la luna in 60 minuti, potevano fare viaggi regolari su Marte nel 1966 “, dice Lear.
Le missioni Mercury, Apollo e il resto della missione. Stavano per distrarre l’attenzione della gente su ciò che stavamo effettivamente facendo.Stavano costruendo diversi edifici sulla luna, ma nessuno doveva saperlo. Tutte le persone, i militari e il personale coinvolto nelle missioni sulla Luna e su Marte erano e sono classificati come progetti del Cosmic Top Secret. Nel 1966, gli Uni-membri sbarcarono su Marte poiché avevano già esplorato la maggior parte dei pianeti nel nostro Sistema Solare, poi scoprirono che una vita molto simile ai nostri altri pianeti (altre fonti che confermano sono David Wilcock e Henry). Negli anni ’70, prima che la NASA iniziasse a cancellare senza lasciare traccia delle foto scattate da Apollo 8, 10 e 11 nel libro della NASA del 1971 SB2-46, pubblicando una città, una base spaziale, tubi, strade, vegetazione, aria, un’atmosfera, il 66% della gravità rispetto alla Terra, ci sono luci, operazioni minerarie e un reattore nucleare. Inoltre la collaborazione di alieni. Questo è stato fatto negli ultimi 40 anni. El Padre de Juan, all’epoca era a metà degli anni ’50 nei programmi di tecnologia anti-gravità, tecnologia completamente segreta oggi.Secondo una fonte di John Lear …
Commenta su facebook