Elon Musk, creatore di Startup Neuralink vuole collegare “il Cervello Umano al Computers”

La startup Neuralink, creata da Elon Musk, ha già raccolto 39 milioni di dollari in finanziamenti per collegare il cervello umano ai computer.
Dei $ 51 milioni che Elon Musk dice di dover finanziare la sua compagnia Neuralink, ha già raccolto $ 39 milioni. Senza nemmeno sapere quanto si vuole raggiungere questo obiettivo, la mente dietro Tesla mira a collegare il cervello umano ai computer.


Neuralink è nata nel 2016 come società di ricerca medica in California. Secondo la MRT, la società ha assunto numerosi neurologi e un laboratorio presso l’Università della California per condurre esperimenti con primati.

Elon Musk, il visionario miliardario fondatore di PayPal, Tesla e SpaceX

Elon Musk, il visionario miliardario fondatore di PayPal, Tesla e SpaceX
“Probabilmente ci sarà qualcosa di straordinario da annunciare nei prossimi mesi”, ha detto Musk in un tweet pubblicato lo scorso mese. La startup era già riuscita a raccogliere 27 milioni di dollari due anni fa, nonostante avesse l’ambizione di ottenere 100 milioni.
Parlando con Axios l’anno scorso, ha affermato che la tecnologia di Neuralink implicherebbe un “elettrodo per l’interfaccia neutronica a livello microscopico”.Fondamentalmente sarebbe “un chip e un mucchio di minuscoli fili” impiantati chirurgicamente nel cranio. Se confermato, sarebbe un grande progresso tecnologico.


Gli scienziati di Neuralink hanno pubblicato uno studio due mesi fa sulla rivista bioRxiv, che spiega come implementare l’interfaccia, di cui Musk parlava, nei cervelli dei topi.
“L’aspirazione a lungo termine Neuralink raggiungerà una simbiosi con l’intelligenza artificiale e raggiungere una sorta di democratizzazione intelligenza, in modo che non è garantito in forma digitale da parte dei governi e le grandi imprese”, Musk ha detto nell’intervista con l’Axios .
“Ciò renderebbe tutti estremamente intelligenti”, ha aggiunto Musk. L’americano ha persino lasciato una previsione per il decennio fino a quando questa tecnologia non sarà pronta per funzionare al meglio.

Commenta su facebook