Gli alieni erano presenti alla crocifissione di Gesù – ed ecco la “prova”

Gli ALIENI erano presenti alla crocifissione di Cristo, secondo gli appassionati di ET che studiano l’arte antica. 

Perché i dipinti alle pareti della cattedrale di Svetitsjoveli in Georgia mostrano un’immagine di Cristo che ha mandato in delirio i teorici della cospirazione. 

L’affresco mostra Cristo che viene crocifisso con una grande folla riunita intorno a lui, ma negli angoli superiori sinistro e destro appaiono oggetti volanti o una qualche forma di tecnologia avanzata che gli umani chiaramente non avrebbero avuto 2000 anni fa. 

Le navi sono simili a una cupola, con tre tracce che escono da ciascuna, che assomigliano a un tipo di elica.

Gli storici dell’arte che hanno studiato l’affermazione della pittura 11 ° secolo che nessun corpo estraneo in realtà rappresentano gli angeli custodi, ma durante il periodo bizantino, che era presente in Europa sud-orientale e in Asia sud-occidentale, entro l’anno 1450, gli angeli erano rappresentati come gli umani con le ali.

Gli alieni erano presenti alla crocifissione di Gesù

Il sito del teorico della cospirazione Ancient Aliens ha detto: “L’artista sconosciuto sembra dirci che questi dischi volanti erano presenti durante la morte di Gesù. 

“I volti probabilmente significano che questi oggetti sono stati pilotati da persone, o esseri, che sembrano avere un ruolo centrale nell’evento. 

“Devono aver fatto parte della storia della crocifissione, almeno come insegnato dalla Chiesa ortodossa della Georgia. 

“I primi artisti e la Chiesa ortodossa erano a conoscenza di alcuni fatti circa vecchio aliena che sono stati coperti fino ad ora?” 

Nel corso della storia, Gesù Cristo e il cristianesimo sono stati collegati alla attività aliena.

Due testi separati dall’Egitto, ora in corso alla Morgan Library and Museum di New York, e l’altro al Museo della University of Pennsylvania, che sono stati recentemente decifrati negli ultimi anni e suggeriscono che Gesù fosse un alieno. Shifter 

Il testo descrive Judas ‘il tradimento di Cristo: “Dissero allora i Giudei a Giuda,’ Come faremo ad arrestarlo (Gesù)? Perché non ha una forma unica, ma il suo aspetto cambia. A volte è arrossito, a volte è bianco, a volte è rosso, a volte è di colore di grano, a volte è pallido come asceta, a volte è un giovane uomo, a volte un vecchio “. 

Un’altra lettura, scritta in lingua copta – una forma egiziana – descrive come Ponzio Pilato ha pranzato con Gesù la notte prima della sua crocifissione.

Il romano, che è considerato un santo nelle chiese dei cieli che spiegherebbe la sua visione favorevole, allora dice a Gesù: “Bene, allora ecco, la notte è arrivata, si alza e si ritira, e quando arriva il mattino e mi accusano per di te, darò loro l’unico figlio che ho così da poterti uccidere al loro posto. ” 

A cui Gesù risponde:” O Pilato, sei stato considerato degno di una grande grazia perché hai mostrato una buona disposizione per me “. 

Quindi, Gesù avrebbe mostrato a Pilato di poter scappare se avesse scelto di cambiare la sua forma. 

Il testo dice: “Pilato allora guardò Gesù ed ecco, divenne disincarnato, non lo vide da molto tempo”. (Fonte)

Commenta su facebook