((RED ALERT)) All'umanità: le Nazioni Unite affermano che "il cambiamento climatico sta avvenendo più velocemente del previsto"


"Cambiamento", dell'artista Alisa Singer.

Dopo aver esaminato meticolosamente più di 14.000 studi ambientali, analizzato le politiche e le tendenze climatiche e dato un'occhiata più da vicino allo stato del mondo, un gruppo internazionale di scienziati convocato dalle Nazioni Unite ha concluso che stiamo guardando a un futuro pieno di morte, distruzione e gli orrori climatici.
Questa purtroppo è la principale conclusione di un nuovo rapporto diffuso lunedì dall'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) delle Nazioni Unite che dichiara "codice rosso per l'umanità".

Il rapporto conclude che è troppo tardi per evitare la devastazione ecologica che quasi certamente porterà alla morte di massa a causa di caldo intollerabile, siccità, inondazioni e altri eventi meteorologici estremi, nonché un'estinzione diffusa nei prossimi decenni.

Tuttavia, come riporta il New York Times, ci troviamo ora in un periodo critico durante il quale i peggiori effetti del cambiamento climatico possono ancora essere evitati finché i paesi di tutto il mondo intraprenderanno azioni immediate e urgenti per fermare la combustione dei combustibili fossili.

rottura globale
Finora l'attività umana – il rapporto rende molto chiara la colpa antropogenica – ha riscaldato il pianeta di circa 1,1 gradi Celsius rispetto ai livelli preindustriali. Anche se smettiamo immediatamente di bruciare combustibili fossili e iniziamo a riportare gli ecosistemi naturali al loro antico splendore, il pianeta è destinato a raggiungere 1,5 gradi di riscaldamento in altri 20 anni, secondo il rapporto. Questo è il limite al riscaldamento globale imposto dall'Accordo di Parigi del 2015.

L'incendio di Dixie, che ha distrutto una città e costretto migliaia di persone a fuggire dalle loro case nel nord della California, domenica è diventato il secondo incendio boschivo più grande nella storia dello stato. Credito: David Swanson / Reuters.

Quando ciò accadrà, il NYT riporta che si stima che 1 miliardo di persone sperimenterà ondate di calore sempre più gravi e frequenti e centinaia di milioni in più dovranno affrontare una grave siccità.

"Possiamo aspettarci un salto significativo in condizioni meteorologiche estreme nei prossimi 20-30 anni", ha affermato il ricercatore climatico dell'Università di Leeds e coautore del rapporto Piers Forster. "Purtroppo, le cose rischiano di peggiorare rispetto a oggi".

autoconservazione
In breve, la nostra specie è a un bivio. Intraprendere un'azione globale decisiva nell'immediato futuro potrebbe impedire che questa visione apocalittica del futuro peggiori, ma continuare il nostro approccio "normale" alla gestione del pianeta renderà questa emergenza climatica molto, molto peggiore se ignoriamo l'allarme rosso.

"Ora è il decennio critico per mantenere l'obiettivo 1,5 a portata di mano", ha affermato Jane Lubchenco, vicedirettore dell'Ufficio per la politica scientifica e tecnologica della Casa Bianca.

Il personale militare ispeziona l'area del fiume Ahr a Rech, nella Renania-Palatinato, nella Germania occidentale, in barca dopo che le inondazioni devastanti hanno colpito la regione il mese scorso. Credito: Christof Stache / AFP.

Il rapporto descrive in dettaglio ciò che ogni regione del mondo può aspettarsi in termini di devastazione legata al cambiamento climatico, quindi c'è la speranza che raccomandazioni e avvertimenti specifici raggiungano i leader mondiali che hanno il potere di apportare cambiamenti.

"Non si torna indietro su alcuni cambiamenti nel sistema climatico", ha affermato il vicepresidente dell'IPCC Ko Barrett, aggiungendo che porre fine all'uso di combustibili fossili "può davvero fare la differenza nel clima futuro".

L'IPCC mette in guardia contro i bruschi cambiamenti "a bassa probabilità, ad alto impatto" nel sistema climatico che, quando irreversibili, sono chiamati punti di non ritorno. Le calotte glaciali in frantumi contengono abbastanza acqua per innalzare il livello del mare di una dozzina di metri; fusione del permafrost carico di miliardi di tonnellate di carbonio; il passaggio dalla foresta amazzonica alla savana o il crollo dell'AMOC sono tutti esempi. Credito: Danting Zhu.

Il rapporto IPCC completo può essere visualizzato o scaricato in formato PDF, QUI Fonte: NYT
Attraverso:pianeta misterioso
Un altro post di: UFO ONLINE

Guarda il video qui sotto:

Commenta su facebook

Lascia un commento