Scienziati di Harvard lanciano il "Progetto Galileo" per la ricerca di UFO e alieni



Uno scienziato dell'Università di Harvard ha annunciato il lancio del progetto Galileo. La tua missione è cercare oggetti alieni nel sistema solare, riporta Science.
I partecipanti al progetto finanziato in beneficenza prevedono di indagare su satelliti, oggetti vicini alla Terra, corpi interstellari di origine naturale o artificiale e possibilmente UFO.

Utilizzeranno telescopi esistenti e pianificati. Uno di questi: l'Osservatorio Vera Rubin, il cui lancio è previsto nel 2023.

L'Osservatorio Vera C. Rubin, ex Large Synoptic Survey Telescope, in costruzione a Cerro Pachon, Cile.Credit…Progetto LSST / NSF / AURA


L'osservazione costante consentirà l'identificazione precoce di oggetti insoliti. In questo modo, gli astronomi avranno più tempo per studiarli.

Pertanto, l'asteroide interstellare Oumuamua è stato studiato per soli due mesi. Successivamente ha lasciato il campo visivo dei telescopi.
L'iniziatore del progetto Galileo, l'astrofisico teorico Avi Loeb, crede che l'asteroide fosse un'astronave aliena. La comunità scientifica era scettica sulle sue scoperte, ma ha notato che il progetto di monitoraggio del sistema solare stesso sarebbe stato utile.

mutuawa

Al momento si sa che due oggetti interstellari hanno sorvolato il Sole: si tratta dell'asteroide Oumuamua e della cometa Borisov. Gli scienziati sperano che in futuro saranno in grado di scoprire nuovi corpi dallo spazio esterno e ottenere materiale esclusivo per l'analisi scientifica.

Il progetto Galileo prevede anche di cercare artefatti alieni nelle vicinanze della Terra. In precedenza il direttore della National Intelligence degli Stati Uniti ha affermato che i servizi militari e di intelligence hanno riportato 144 avvistamenti di UFO.

Il progetto Galileo supporta la ricerca non solo della vita extraterrestre in sé, ma anche di prove provenienti da civiltà avanzate che potrebbero lasciare indizi attraverso la tecnologia che hanno creato: briciole di pane note come tecnofirme.

"Data l'abbondanza recentemente scoperta di esopianeti da zone abitabili con potenziale di vita extraterrestre, il progetto Galileo è dedicato alla proposta che gli esseri umani non possono più ignorare la possibile esistenza di ETC", ha affermato Loeb nella dichiarazione.
“La scienza non deve rifiutare potenziali spiegazioni extraterrestri a causa dello stigma sociale o delle preferenze culturali che non portano al metodo scientifico dell'indagine empirica imparziale. Dobbiamo ora 'osare guardare attraverso nuovi telescopi', sia letteralmente che figurativamente. "

I partecipanti al progetto mirano a ottenere immagini di alta qualità di oggetti volanti per stabilire la loro natura. Il terzo obiettivo del progetto è quello di rilevare i satelliti extraterrestri nell'orbita terrestre utilizzando metodi di intelligenza artificiale per elaborare i dati dai telescopi di ricerca esistenti.
Un altro post di: UFO ONLINE

Guarda i video qui sotto:

Commenta su facebook

Lascia un commento