Scienziati tedeschi avvertono che il primo contatto tra gli umani e gli extraterrestri potrebbe essere distruttivo per l’umanità

Mentre gli astronomi e scienziati americani cercano di trovare tracce di vita intelligente su altri pianeti, due scienziati tedeschi avvertono che il primo contatto tra gli umani e gli extraterrestri potrebbe essere distruttivo per l’umanità. 

I professori Michael Schetsche e Andreas Anton dell’Università di Friburgo stanno “ALLERTANDO”l’umanità sulla possibilità di una catastrofe se i terrestri entrano in contatto con una razza aliena “con lo stesso tipo di struttura economica capitalista”. Le previsioni minacciose sono state rivelate nel libro “Alien Society – Introduction to Exosciology”.

Messaggi per gli exstraterrestri nello spazio

Schetsche e Anton disegnarono paralleli con la storia dell’umanità, quando società più sviluppate con una mentalità capitalista quasi annientarono le società meno sviluppate, così come i nativi americani quando gli europei arrivarono per la prima volta in America. 

“Una lotta tra Bambi e Godzilla e saremmo Bambi in quel caso”, ha detto Michael Schetsche, citato dal portale Daily Mail. 

Gli scienziati prevedono che un giusto confronto con gli alieni non è la cosa che ci minaccerebbe. Ad esempio, durante l’esplorazione dello spazio, i terrestri possono inventare una tecnologia aliena, ad esempio una sonda, e portarla sulla Terra per l’analisi. Tuttavia, nell’entusiasmo di cogliere nuove tecnologie, i governi e le compagnie private potrebbero distruggere il nostro pianeta con tecnologia pericolosa e aliena.

Per evitare uno scenario tragico, gli scienziati tedeschi suggeriscono che l’ONU rilasci una dichiarazione vincolante per proibire a gruppi e individui scientifici di lanciare segnali nello spazio che possano mettere in guardia gli alieni sulla nostra esistenza. Inoltre, gli scienziati chiedono un’alleanza supervisionata dall’ONU per consentire alla Terra di affrontare sfide extraterrestri con un fronte unito. 

Commenta su facebook