Spazio, è morto l’astronauta Edgar Mitchell dell’Apollo 14

Fu il sesto uomo a camminare sulla Luna nel 1972

images (1)

È morto all età di 85 anni, in una casa di cura a Lake Worth, in Florida, l astronauta Edgar Mitchell che il 5 febbraio del 1972 fu il sesto uomo a camminare sulla Luna.

Nato il 17 settembre 1930 a Hereford, in Texas, laureato al Mit di Boston, ex pilota della Marina americana e collaudatore nella base di Edwards, in California, Mitchell fu reclutato dalla Nasa nel 1966.

Andò sulla Luna con la missione Apollo 14 e atterrò sull altopiano di Fra Mauro con il modulo Antares assieme al suo comandante, Alan Shepard, il primo americano ad aver volato nello Spazio. Con loro, come pilota del modulo di comando Kitty Hawk, c’era il collega Stuart Roosa

Dopo le forti tensioni della missione Apollo 13, abortita a causa di un’esplosione a bordo dell’astronave, anche l’allunaggio dell’Apollo 14 ebbe qualche problema e la missione rischiò di essere annullata due volte. Alla fine, però, Antares si posò sull’altopiano di Fra Mauro consentendo a Mitchell e Shepard di passeggiare sul suolo lunare e raccogliere 43 Kg di rocce oltre a segnare il record, tuttora imbattuto, di distanza percorsa a piedi sulla Luna, pari a 3,3 Km.

Non solo, prima di ripartire per la Terra, emulo di Shepard che con una mazza rudimentale e una pallina era diventato l’unico uomo ad aver mai giocato a golf sulla Luna, anche Mitchell volle lanciare lontano un’asta, usata come un giavellotto.

Mitchell non volò più nello Spazio, preferendo dedicarsi allo studio delle percezioni extrasensoriali. In più di un’occasione ha ammesso di credere negli Ufo, pur sostenendo di non averne mai visto uno.

L’astronauta lascia moglie e cinque figli, un sesto è morto prima di lui. Con la sua morte l’Apollo 14 è l’unica delle missioni lunari ad aver perso tutti i suoi componenti.

Commenta su facebook