BRASILE – L’uomo riferisce di aver catturato ET negli anni ’90 nel quartiere di Vila Helena, a Sorocaba (SP)

La notte del 3 luglio 1997, un pennello nel quartiere di Vila Helena a Sorocaba (SP) fu teatro di una lotta tra un uomo e un alieno. Almeno questo è ciò che mostra la cronologia del bollettino di occorrenza registrato in quella data, determinato dal portale G1.
Secondo il registro, l’artista marziale indipendente e praticante Célio de Lima Baptista, 26 anni, ha presentato una denuncia del caso nell’8 ° PD (distretto di polizia) come una lesione corporale causata da un essere che, secondo il rapporto della vittima, metri, ed era sottile e con gli occhi rossi.
Célio fu ucciso a colpi di mortaio nello stesso quartiere mesi dopo.
L’INCONTRO
Nel rapporto alla Procura della Repubblica, a cui il G1 aveva accesso, per quanto riguarda l’assalto del presunto extraterrestre, il venditore ha detto che è tornato a casa con i verdi quando l’auto si è rotta a Vila Helena. Il ragazzo si diresse verso la casa, lasciò il negozio e tornò a dormire in macchina, ma le vedette lo rassicurarono e dissero che avrebbero guardato l’auto rotta.
Verso le otto, mentre tornava a casa, Celio disse che una luce sarebbe apparsa in cielo, ma la situazione non avrebbe attirato l’attenzione perché c’era un aeroporto nella zona.Il ragazzo decise di farsi strada attraverso un boschetto, quando apparve la luce e la figura da lui descritta in quel momento come “uno scheletro, senza carne, colore inspiegabile, mani di pinzette e occhi rossi”.
Secondo il rapporto al deputato, “sentì qualcosa sul suo dito (pollice destro) ma notò solo il profondo piercing e il naso che sanguinava dopo essere sparito; che il suo naso sanguinava solo sul lato destro, sentiva il lato destro del suo corpo, dalla testa ai piedi completamente congelato. “Quindi, come determinato dal G1, Célio corse, chiese aiuto e fu salvato dal PM (Polizia Militare). inviato al pronto soccorso di Vila Angelica, dove è stata fatta una benda sul dito.
PM Mello, che ha partecipato a Célio quella notte, ha ricevuto la dichiarazione di aggressione sulla strada Protasio de Camargo Sampaio. Al sito, il ragazzo avrebbe avuto una profonda ferita al pollice e si sarebbe fatto prendere dal panico.Quando si è avvicinato a Celio, il primo ministro ha chiesto quante persone hanno cercato di derubarlo, ma il ragazzo ha detto che era “un essere strano”.
Chi era di servizio al DP (distretto di polizia) era il delegato José Ordele Alves Lima Júnior. Sempre secondo il rapporto, sono tornati a terra e hanno verificato che c’era qualcosa con cui Célio poteva essere tagliato.La vittima non sembrava ubriaca o ubriaca, ha detto l’ufficiale.
21 ANNI DOPO
Al portale G1, quasi 22 anni dopo, il delegato José Ordele ricorda di aver assistito al caso nella stazione di servizio e registrato come lesioni corporali. In un’intervista alla voce del tempo, nel 1998, il pubblico ministero Silvia Mara Gazzi ha detto che il caso sarebbe stato archiviato nel Forum e ha detto di ritenere la versione Celio.
Ha detto che la vittima sembrava essere una “persona assolutamente normale con una coerenza spaventosa nelle dichiarazioni fatte dopo mesi”. Vedi un altro rapporto qui sotto:
Sorocaba ha storie di contatti con extraterrestri
Circa 120 persone hanno partecipato alla prima notte del Meeting Ufology
Ana Júlia Marcato dice di aver affrontato un alieno su Ipanema Avenue
L’organizzatore William Leonotti annuncia che estenderà l’evento a causa della domanda
I fratelli di Facury parlano dei contatti con gli alieni a Sorocaba
Il contatto diretto con esseri alieni è contato da persone che vivono a Sorocaba. 
Oltre all’avvistamento di oggetti volanti non identificati (UFO), ci sono rapporti di interazione amichevole con esseri al di fuori della navicella spaziale o addirittura dell’incontro con il presunto combattimento del corpo . Erano storie raccolte dal rapporto la scorsa notte, durante il primo incontro urologico di Sorocaba, promosso questa settimana da membri del gruppo di studi e ricerche urologiche di Sorocaba (Gepus), nella regione di Trujillo.
Commenta su facebook